8 gennaio si ricordano i fucilati di Fiumelatte

Il giorno 8 gennaio 1945, durante il trasferimento a Como, vengono fatti scendere dal camion e fucilati dalla GNR, alla Montagnola di Fiumelatte:
Ambrogio Inverni
Carlo Bonacina
Carlo Ruscono
Domenico Pasutù
Carlo Bassi
Giuseppe Maggi
Inizialmente si cerca di far passare l'eccidio come reazione ad un tentativo di fuga, poi le contraddizioni tra gli stessi comandi fascisti fanno emergere la verità: sono stati uccisi dalle BBNN nel timore che venissero lasciati liberi in seguito agli accordi con la Prefettura di Como.